Amici, droga e Dio…

Segue da: https://martinedentree.wordpress.com/2013/04/05/impiegato-vs-marocchino/

“Hai visto la struggente storia d’un misero uomo appollaiato sull’albero proibito del giardino d’Eden Martin?”

“Purtroppo sì” gli rispondo ridendo.

“A me è piaciuto, soprattutto quel pezzo di Giancarlo Giannini, quando dice:

La vera merda non è il lunedì mattina
ma la domenica sera.

L’incapacità di vivere il presente,
il fetore della morte che m’assale le narici di fronte alla vita
e l’avvertire la fine già dal principio:
questo mi traumatizza.

La droga era un comodo rifugio,
la depressione un luogo familiare,
la vita qualcosa di fuggito
ed io un vagabondo nel mondo”.

“Minchia, l’hai imparato a memoria?” gli dico ridendo ancora e aggiungo “dài, quel film è uno stracciamento di coglioni assurdo”. Sperando che non insista, gli chiedo di raccontarmi qualcosa della sua vita.

“Lascia perdere, ***, non ce la faccio più! Il lavoro è precario, le spese aumentano e mia moglie non si sopporta. Con tutta questa merda, o mi suicidio o inizio a pregare. Sai che ne avrei proprio voglia?”

Non vedevo Giuseppe da un paio di vite. Sono proprio strane queste riunioni di classe: ritrovi gente con cui avevi condiviso tutto per cinque anni di vita, persone che sono scomparse per poi riapparire in un baleno in cui tornano gli odori, i sapori e le chiacchiere che avevi dimenticato.

“Di cosa?” gli chiedo.

“Di pregare, Cristo. Ne ho proprio un bisogno fisico, come quando devi pisciare e ti avvicini a casa. Più te ne parlo e più ne ho bisogno. Una bella preghiera, sparata in endovena, mi farebbe proprio stare meglio”.

Giuseppe si drogava un bel po’ alle scuole superiori, tutti pensavamo che non avrebbe raggiunto i vent’anni. Invece, eccolo qui, il ragazzetto pieno di paranoie con cui andavo in giro in Vespa.

“Ma che ti sei fumato?”

“Niente, non fumo dalle superiori. Ho solo voglia di parlare con Dio”.

Io, invece, ho voglia di prenderlo per le spalle e scuoterlo (non Dio, Giuseppe… pure se anche a Dio una bella scrollatina non farebbe male, visto che nell’ultimo millennio sembra essersi un po’ assopito), siamo ad una cena, non ci vediamo da anni, ci stiamo divertendo: non è il momento per certi discorsi!

“Ma te non eri ateo, come me?” gli faccio.

“Certo, ma non riesco a sostituire la preghiera. Ho provato la meditazione, ma non funziona: forse non la tiro su bene, ma non mi fa nessun effetto. Non so come dirtelo, quando prego, tutto il peso che ho sulle spalle sembra più leggero, anche se rimane lì”.

“Ma sì, dài, vedi che tutto si risolve sempre” gli dico, non sapendo cos’altro rispondere.

“Davvero lo pensi?” mi chiede con gli occhi pieni di speranza.

“Certo!” gli rispondo con una pacca sulla spalla – mi sa che sono diventato Dio.

Voce fuori campo: credi di aver sostituito il chilo di piombo che si portava sulle spalle con un chilo di paglia?

em.il.

Continua qui: https://martinedentree.wordpress.com/2013/04/21/la-rabbia-di-buddy/

Pubblicato il 20 aprile 2013 su I racconti dell'impiegato. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 2 commenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

SyncRonyA

Benvenuto nel mondo del fantastico, ti aspettano film, serie TV, libri e qualche dritta per gli scrittori

tiropoderoso

In fase di lavorazione...sempre e comunque

Io, ateo

La fede solleva delle montagne; sì: delle montagne d’assurdità. (André Gide)

A Magical Place

Cinema, Serie TV, Fumetti, ed altro...

Il Trono di Spade

L'inverno sta arrivando.

librolandia

Con il nostro pensiero, noi creiamo giorno per giorno il mondo che ci circonda.

brrrainblog

Così è, se vi pare.

Not A Blog

Così è, se vi pare.

Il Disinformatico

Così è, se vi pare.

Haramlik

Così è, se vi pare.

Fuffologia

Fuffari e creduloni: se li conosci non ti uccidono

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: